Risotto con mele Gala Val Venosta e speck

  • di danielac., pubblicato il novembre 12, 2017
Si cucina  sempre pensando a qualcuno, altrimenti stai solo preparando da mangiare...

Niente di più vero. La cucina è condivisione, amore e amicizia. Si cucina sempre per qualcuno che sia per noi stessi o per la nostra famiglia, non si cucina mai solo per compiere un gesto meccanico indispensabile per la sopravvivenza. Cuciniamo tutti con amore e per amore; poi c'è chi, come me, lo fa anche per passione e allora qui nasce la magia ed è tutta un'altra storia; una vera storia d'amore che sai che non avrà mai fine.

Oggi voglio cucinare qualcosa in grado di scaldare il cuore ma anche le ossa in questo primo vero gelido giorno di novembre; l'estate di San Martino è finita, mancano poco più di 40 giorni a Natale e cosa c'è di più "riscaldante" di un risotto per pranzo con mele Gala Val Venosta e speck.


Ingredienti per due persone

160g di riso carnaroli
2 mela Gala Val Venosta
50g di speck (5 fette)
1/2 bicchiere di Calvados
brodo vegetale
¼ di scalogno
una noce di burro
brie o scamorza bianca dolce(a piacere)
sale
pepe

Preparare il brodo vegetale secondo il metodo classico aggiungendo anche mezza mela Gala Val Venosta. Tagliare a dadini molto piccoli l’altra metà della mela Gala Val Venostra senza togliere la buccia, questa ci servirà per decorare e dare croccantezza al piatto. La seconda mela Gala Val Venostra va invece sbucciata a tagliata a cubetti messi poi in acqua e limone per far si che non anneriscano.

Tritare finemente lo scalogno e farlo imbiondire con la noce di burro in una padella antiaderente, versare il riso e tostare. Sfumare con mezzo bicchiere di Calvados.

Far evaporare il Calvados e continuare la cottura del riso aggiungendo, quando necessario, un mestolo di brodo caldo filtrandolo con un colino. 

Nel frattempo in una seconda padellina antiaderente mettere a rosolare lo speck tagliato a striscioline molto grossolanamente. Quando sarà bello croccante togliere qualche pezzetto di speck che useremo successivamente per decorare il piatto e aggiungere i dadini di mela sbucciati dopo averli asciugati dall’acqua in eccesso, cuocere a fuoco vivo.

Quando la cottura del riso sarà quasi ultimata aggiungere i cubetti di mela Gala Vale Venosta e lo speck. Quando il risotto sarà cotto è possibile mantecarlo con una piccola noce di burro a fuoco spento per qualche minuto, del brie o della scamorza bianca dolce a vostro piacimento. Servire decorando il piatto con i dadini di mela Gala Val Venosta e dello speck croccante che avevamo messo da parte.

 
PH Love.Life.Lunch. 2017 tutti i diritti riservati

Post in collaborazione con Mele Val Venosta

Nessun commento

Posta un commento