Blu terapeutico

  • di Redazione Love.Life.Lunch., pubblicato il luglio 19, 2017
Il mio rituale mattutino? L'immersione. Un piccolo momento tra me e l'acqua che assume il significato più profondo di fluire, in cui tutto scorre: pensieri, parole, problemi. Tutto ciò che si muove è vita e io che nuoto fluida nell'acqua blu della piscina mi sento viva.

Il nostro corpo è composto per il 78% di acqua e con l'età questa diminuisce, quindi perché non aiutarlo a mantenersi vivo e attivo nel suo elemento naturale? Possiamo praticare il nuoto in piscina, al mare, al lago, nell'oceano insomma dove vogliamo!


Il nuoto è da sempre considerato uno sport completo, adatto ad ogni età; si nuota per passione, per divertimento ma il nuoto può anche essere terapeutico e aiutare nel recupero di qualche infortunio; ma soprattutto il nuoto fa bene al cuore, il muscolo più importante del nostro corpo.

Il corpo in acqua è più leggero e quindi più forte, fa lavorare i muscoli senza sforzi eccessivi e migliora la postura, nel mio caso è stato fondamentale nell'aiutarmi con i piccoli fastidi dell'età adolescenziale. Quante volte la mamma e la maestra a scuola mi dicevano: "Stai seduta dritta!", se solo le avessi ascoltate un po' di più.


Ancora oggi, ma in modo diverso, trovo beneficio nel nuoto dopo la corsa. Ad ogni bracciata i muscoli si rilassano e si allungano e l'allenamento costante permette l'ossigenazione dei tessuti (fondamentale per rigenerare le ossa). 


Movimenti semplici e mirati mi hanno aiutata dopo l'infortunio al piede, un momento difficile della mia vita in cui mi sono dovuta fermare dall'attività sportiva e dalla mia tanto amata corsa. Il nuoto ha permesso al mio copro di mantenersi in forma e tonico, rilassando testa e muscoli e dandomi allo stesso tempo quella sferzata di energia necessaria per affrontare la giornata e la pausa forzata. 


Ognuno di noi può trovare in acqua il "suo momento": per rilassarsi, per sfidare se stesso, per stare da solo o in compagnia (avete mai provato i corsi di acqua gym?). Insomma, dal mio punto di vista il nuoto è uno sport bellissimo fatto di fatica ma anche meditazione, guidato dal ritmo dei movimenti e dal rumore dell'acqua. Provate a chiedere a chi lavora con l'acqua o pratica tanto sport in piscina come mai amano così tanto questo elemento. Non riusciranno a rispondere ma potranno dirvi soltanto che li rende felici.

Siamo tutti a conoscenza, ed è ormai risaputo che il blu è il colore legato ai sentimenti di gioia, gratificazione, benessere, calma e io aggiungerei un pizzico di amore. Insomma la felicità è blu!

Gessica

Nessun commento

Posta un commento