#Natale 2015. La mia NON-Wishlist

  • di danielac., pubblicato il dicembre 18, 2015
Ci siamo; manca esattamente una settimana al 25 dicembre e da oggi in poi le giornate saranno ancora più frenetiche, piene di impegni e dolci da cucinare. 

La settimana prima di Natale è il periodo dell'anno che preferisco. Non il giorno di Natale, quello mi mette addosso solo tanta tristezza e malinconia quasi come capodanno, ma la settimana prima quella sì che mi rende felice: i regali da incartare e da mettere sotto l'albero, i doni gastronomici da preparare per gli amici...che meraviglia!

Insieme alla settimana pre-natalizia è arrivato anche il momento di stilare la mia Wishlist con tutto ciò che vorrei per questo #Natale2015; un po' come ho fatto lo scorso anno, anche se preferirei chiamarla NON-Wishlist.


E' qualche giorno che ci penso e, senza ipocrisia, dico che quest'anno non voglio niente perchè non mi manca niente, davvero. Certo, in cima alla lista dei miei desideri casalinghi e culinari c' sempre lui, il mio oggetto dei sogni per eccellenza: il KitchenAid o qualsiasi altra cosa simile ad una planetaria, ma le dimensioni della mia cucina sono le stesse dello scorso anno e se non sapevo dove metterlo l'anno scorso non so dove metterlo neanche quest'anno; quindi rimarrà un sogno a meno che Babbo Natale non mi regali qualche metro quadro in più in cucina.



Scherzi a parte...materialmente ho tutto quello che mi serve, moralmente ci stiamo lavorando e dopo anni che rimandavo causa scarsa fiducia in me stessa e nelle mie capacità sono anche riuscita a tirare fuori uno dei famosi sogni nel cassetto aprendo la mia agenzia di comunicazione.

Potrei chiedere una giornata di 25 ore; così da avere un'ora in più per gestire questo blog come si deve ma so che finirebbe per assomigliare alle altre 24 (lasciamo perdere). No, non voglio niente!


Sembrerà retorica da quattro soldi ma io sto bene, sono felice e soddisfatta soprattutto quando faccio regali alle persone a cui voglio bene; perdere del tempo (in senso positivo) a pensare cosa potrebbe far sorridere un amico, un parente, i genitori o semplicemente i vicini di casa (sì perchè io faccio i regali anche ai miei vicini di casa!) comprarlo o realizzarlo con le mie mani...non c'è cosa più bella e gratificante!

Proprio oggi ho cominciato a decorate degli addobbi in legno che userò come chiudi pacco per i cesti eno-gastronomici, nei prossimi giorni toccherà ai bigliettini d'auguri e la vigilia...bhè quel giorno sarà un delirio perchè dovrò sfornare i miei tanto attesi regali culinari per nostri (per fortuna) tanti cari amici che, come tradizione, distribuirò all'uscita della messa di mezzanotte.

Ieri in realtà un primo regalo, molto gradito l'ho ricevuto ieri da un'amica che conosce bene la mia passione per la cucina e la pasticceria...potrebbe presto tornarmi utile. 

Stay tuned!





Nessun commento

Posta un commento