• Food

    Life

    style&beauty

    Travel

  • Praticità ed efficacia: le maschere in tessuto

    Eccoci qui con il nostro appuntamento settimanale con il beauty, questa volta per concludere il discorso sulle maschere pronte all'uso ...
  • Mini scones con Fiordifrutta ai frutti di bosco

    Cosa c'è si meglio che cominciare la giornata con dei piccoli scones a colazione accompagnati da Fiordifrutta ai frutti di bosco Rigo...
  • 8 maschere viso pronte all'uso

    Con il post di oggi do il benvenuto nel mio blog a Federica ; un'amica, prima di tutto, e una vera appassionata di beauty che ci accomp...
  • New York Apple Pie

    New York è una di quelle città che indubbiamente ti rimangono nel cuore. I o ho cominciato ad amarla ancor prima di visitarla tre anni e mez...
  • Milano Fashion Week: dietro le quinte con Bioderma

    Se mi seguite su Instagram (mi seguite su Instagram vero?) avete visto che qualche settimana fa sono stata invitata da Bioderma a partecipar...
  • Torrette di melanzane alla parmigiana

    Nonostante io abbia quasi 34 anni c'è ancora chi mi chiama Piccoladani o Danielina forse perchè sono minutina di costituzione o forse p...
  • Perchè Occidentali's Karma è una canzone geniale

    Che è cantata da Francesco Gabbani , che ha vinto il Festival di Sanremo 2017 , che con tutta probabilità sarà il tormentone dell'estat...
  • Riso alla cantonese home made

    Ogni tanto mi piace sperimentare piatti dal sapore orientale anche a casa , purtroppo però non ho sempre a disposizione tutti gli ingredient...

Praticità ed efficacia: le maschere in tessuto

Posted on marzo 24, 2017

Eccoci qui con il nostro appuntamento settimanale con il beauty, questa volta per concludere il discorso sulle maschere pronte all'uso cominciato la scorsa settimana, e oggi in particolare vi parlerò delle maschere in tessuto; efficaci tanto quanto le maschere in crema, pratiche e comode anche da portare in viaggio.


GARNIER SKINACTIVE


HYDRA BOMB MASCHERA SUPER IDRATANTE ENERGIZZANTE
È indicata per la pelle da dissetare. Il suo tessuto è imbevuto di un trattamento super idratante arricchito dall’ESTRATTO di MELOGRANO, ACIDO IALURONICO e SIERO IDRATANTE. In 15 minuti la pelle è intensamente re-idratata, energizzata e splende di salute. In una settimana rughe lisciate e pelle rivitalizzata.

HYDRA BOMB MASCHERA SUPER IDRATANTE LENITIVA
A differenza della precedente, contiene ESTRATTO di CAMOMILLA, ACIDO IALURONICO e SIERO IDRATANTE. È adatta alle pelli sensibili. In 15 minuti la pelle è intensamente re-idratata, morbida e con una piacevole sensazione di confort. In una settimana la pelle è nutrita, rivitalizzata e la sensazione di “pelle che tira” è alleviata.

Buon rapporto qualità/prezzo. Sono una valida alternativa ad altre maschera in commercio della stessa fascia di prezzo. Perfette da utilizzare dopo le maschere in argilla per re-idratare la pelle.

SEPHORA


Sephora con questa linea di maschere ha accontentato un po' tutte le esigenze della nostra pelle. Infatti negli store troviamo:
PERLE che uniforma l’incarnato
LOTO che attenua i segni dello stress e la stanchezza
ROSA che ultra idratante è illuminante
MELOGRANO (GRENADE) defaticante ed energizzante. Risveglia e tonifica la pelle
ORCHIDEA che attenua rughe e segni età
ALGHE che purifica e detossifica le pelle
AVOCADO che nutre intensamente la pelle e ripara
TÈ VERDE opacizzante e anti imperfezioni

CHARCOAL NOSE STRIP
Arricchito di estratto di carbone, assorbe ed esfolia la pelle. Rimuove punti neri e libera i pori del naso.

Costano 3,90€ e fanno quello che promettono. Io ho provato PERLE, LOTO, ROSE e ORCHIDEA e mi sono piaciute. Lo stesso non posso dire del NOSE STRIP; è vero che non ho punti neri molto visibili, quindi non l’ho trovato efficace, lascia però la pelle morbida; costa 2,50€ ma personalmente trovo più efficace per i punti neri del naso le maschere in argilla di cui vi ho parlato la scorsa settimana. Della stessa linea esistono i patch per gli occhi, per le labbra e le maschere per piedi e mani.

TONYMOLY I’M REAL FACE MASK SHEET 

Questo brand orientale è ormai conosciutissimo anche qui da noi e lo trovate in vendita in esclusiva negli store Sephora o online. Produce vari tipi di maschere in crema e quelle in tessuto sono ottime e soprattutto hanno un pack molto divertente e accattivante (è vero sono anche io una vittima del packaging). 

Tra tutte le maschere che ho provato ho trovato che le più efficaci siano quelle all'ALGA al COCCO e LIMONE: la prima è indicata per pelli miste/grasse e ha un potere astringete, la seconda è idratante mentre la terza serve per illuminare. Costano 4,50€ l'una e grazie alle proprietà dei suoi estratti di origine naturale, la gamma di maschere in tessuto I'm Real è in grado di soddisfare le esigenze di ogni tipo di pelle. 

STARSKIN
RED CARPET READY™ HYDRATING
È una maschera di nuova generazione in bio-cellulosa che favorisce il rapido assorbimento degli ingredienti. È adatta a chi ha una pelle disidratata e secca. Dopo 20 minuti la pelle risulterà super idratata, liscia e ringiovanita. Contiene 30ml di siero con AGENTI IDRATANTI (COCONUT), ANTI AGE (BROWN ALGAE),COLLAGEN RESTORING (LYSINE) e molti altri.

Ne esistono diverse:

-AFTER PARTY™ BRIGHTENING: rilascia energia alla pelle e la rende più luminosa.
-THE MASTER CLEANSER MASK™DETOXING: sfrutta gli estratti potenti dell’oceano per rimuovere le impurità. Un trattamento DETOX completo.
-CLOSE-UP™ FIRMING: dona al viso un aspetto più giovane, levigato, uniforme e dopo 20 minuti la pelle risulta più soda.
-SILKMUD™ GREEN TEA ANTI-AGING: a base di fango, ideale per rimuovere le impurità, apre i pori e non secca la pelle. Dopo 20 minuti la pelle è più compatta e i pori sono meno visibili.
- SILKMUD™ PINK FRENCH CLAY PURIFYING: un mix di ingredienti che rimuovono impurità e puliscono i pori ostruiti. Perfetta per la pelle grassa.
 
Altri prodotti del marchio
GLOWSTAR™ SOFT EXFOLIATING


È una spugnetta esfoliante che rimuove le impurità e le cellule morte della pelle in modo delicato. Riduce visibilmente le righe e rende la carnagione più luminosa.

7-SECOND MORNING MASK™


Riuniscono i passaggi fondamentali ESFOLIANO, MASSAGGIANO, TONIFICANO, IDRATANO e NUTRONO la pelle il tutto in un dischetto double-face (PAD) di nuova generazione. Una parte permette di esfoliare, massaggiare e prepara la pelle all’altro lato del dischetto che idrata, nutre e tonifica.

WALK OF FAME™ - NOURISHING


Grazie alla RADICE di PEONIA,  al ROSMARINO, alla BACCA DELLA CILIEGIA DELLE INDIE OCCIDENTALI, al TÈ VERDE, al BURRO DI KARITÈ e alla NOCE DI MACADAMIA idratano e donano immediata sensazione di freschezza ai nostri piedi.

Tra gli altri prodotti troviamo i patch per occhi, per le labbra e la maschera per le mani.

I prodotti STARSKIN sono quelli più costosi. Le maschere vanno dai 9,99€ ai 14,99€. I dischetti sono 20 e costano 29,99€ mentre la spugnetta esfoliante costa 9,99€. Io li trovo ottimi e continuo  a ricomprare la maschera idratante viso e quella per i piedi e il dischetto esfoliante. I dischetti double-face sono una novità, ne ho usati circa la metà e mi sto trovando bene.

Questa gamma è obiettivamente più costosa, ma sappiate che ogni maschera viso è imbevuta in 30ml di siero, la maschera piedi e il dischetto esfoliante di 16ml e i 20 dischetti di 170ml. In pratica potete lasciare agire i prodotti più dei 20 minuti consigliati e quello che avanza può essere utilizzato come siero per continuare il trattamento: ad esempio il siero della maschera viso per idratare collo, mani e décolleté. Ottimi. Li consiglio. 

Federica

PH Immagini web
DISCLAIMER: Questo non è un post sponsorizzato. Tutte le opinioni sono frutto della mia onestà intellettuale e della mia soggettiva esperienza, tutti i prodotti scelti per questo articolo sono stati selezionati da me.

Mini scones con Fiordifrutta ai frutti di bosco

Posted on marzo 20, 2017

Cosa c'è si meglio che cominciare la giornata con dei piccoli scones a colazione accompagnati da Fiordifrutta ai frutti di bosco Rigoni di Asiago e panna montata; un tè al gelsomino, dei mirtilli freschi e dei fiori colorati.

Mi piace cucinare piatti tipici di altri paesi; gli scones sono dei morbidi paninetti rotondi dal sapore neutro che vengono farciti con ingredienti dolci o salati e che gli inglesi servono durante il tradizionale tè delle 5.

Preparare gli scones è davvero facile e veloce perchè hanno una lievitazione molto breve; il segreto della riuscita di questo intramontabile classico della cucina anglosassone? Non lavorare troppo a lungo la pasta.




Ingredienti per 20 mini scones

60g di burro
250g di farina 00
1 cucchiaio di lievito per dolci
1 cucchiaio di zucchero semolato
1 pizzico abbondante di sale
150 ml di latte
1 uovo

Per l'accompagnamento

Fiordifrutta Rigoni di Asiago
panna montata fresca
mirtilli freschi

Setacciare la farina in una ciotola e aggiungere il lievito, il sale e lo zucchero mescolando bene. Aggiungere il burro freddo tagliato a cubetti e lavorare la pasta fino ad ottenere un composto friabile. Formare una fontana e versare il latte al centro. 

A questo punto lavorare la pasta con le mani senza maneggiarla troppo. Se il composto risulta troppo asciutto aggiungere ancora un po' di latte, se invece risulta troppo appiccicoso aggiungere ancora un po' di farina.

Trasferire il composto su un piano di lavoro leggermente infarinato e stendere la pasta in un disco di 3-4 cm di spessore. Con un tagliabiscotti dal diametro di 4 cm coppare gli scones. Se non avete un tagliabiscotti così piccolo potete utilizzare una tazzina da caffè.

Disporre gli scones su una teglia da forno coperta da cartaforno e spennellare con la superficie con l'uovo sbattuto. Cuocere a 200° per circa 10 minuti o fino a quando non saranno leggermente dorati.

Servire gli scones tiepidi, accompagnandoli con Fiordifrutta ai frutti di bosco Rigoni di Asiago, della panna montata fresca, dei mirtilli freschi e un buon tè.

PH Love.Life.Lunch. 2017 tutti i diritti riservati

Post in collaborazione con Rigoni di Asiago tramite invio di prodotti


8 maschere viso pronte all'uso

Posted on marzo 15, 2017

Con il post di oggi do il benvenuto nel mio blog a Federica; un'amica, prima di tutto, e una vera appassionata di beauty che ci accompagnerà ogni settimana nel magico mondo della cosmesi raccontandoci le sue esperienze con i principali prodotti che il mercato ha da offrire: dalla skin care, al trucco, dalle creme per il corpo fino ai capelli per Federica non ci sono segreti.

Non è stato facile permettere ad altri di interferire con la mia creatura ma sono convinta che la vera differenza la fa il gioco di squadra, che io da sola posso arrivare fino a un certo punto e che le competenze di ognuna fanno la forza di tante; credo molto nel fare rete e nella collaborazione tra donne. Quindi; via libera a nuove contributor e benvenuta Federica in questa strampalata avventura che è Love.Life.Lunch.

                                                     *****************************************

Da sempre sono l’amica a cui molte chiedono dritte su trucco e skincare perché sono da sempre alla ricerca del prodotto perfetto per la mia pelle e così mi sono trovata, nel tempo, a testare molti prodotti; in più non amo usare sempre le stesse cose, un po' perchè la pelle a lungo andare "si abitua" al prodotto e poi...sai che noia!

Nel corso dell’ultimo anno ho provato vari tipi di maschere viso, soprattutto purificanti e idratanti di varie marche e prezzi e ho deciso di raccogliere in questo post quelle che reputo molto valide. Siete pronte? Iniziamo perchè la lista è molto lunga.

L’ORÉAL SKIN EXPERT PARIS




MASCHERA PURIFICANTE
È una maschera-crema che purifica, opacizza e non secca la pelle. Associa tre argille minerali CAOLINO (assorbe impurità e eccesso di sebo), MONTMORILLONITE ( agisce sulle imperfezioni della pelle ), GHASSOUL (molto concentrata di oligoelementi e aiuta ad illuminare il viso) e l’EUCALIPTO.

MASCHERA ESFOLIANTE
È una maschera-scrub che associa le tre argille minerali della gamma e l’ ARGILLA ROSSA che ha proprietà esfolianti per levigare la pelle e stringere i pori.
                                                 
MASCHERA DETOX
È una maschera-crema che, alle tre argille minerali della gamma, associa il CARBONE che, con le sue proprietà magnetiche, rimuove le impurità e illumina il colorito.

Le ho provate tutte e tre con curiosità, sono molto buone per chi ha la pelle mista/grassa ma sono invece leggermente forti per una pelle secca e sensibile come la mia. Buono il rapporto qualità prezzo.

L’ERBOLARIO

MASCHERA VISO ALL’ARGILLA E ALLA PROPOLI
È una maschera astringente, delicata per pelli miste/grasse che associa le proprietà purificanti della PROPOLI ( indicata soprattutto per rimuovere le cellule desquamanti e per ridurre gli inestetismi cutanei) con l’azione astringente e normalizzante dell’ARGILLA. Buona qualità, giusto prezzo; la trovo una maschera molto valida.

NUXE

MASQUE PURIFIANT DOUX AUX PÉTALES DE ROSE
Maschera viso che schiarisce la pelle e libera i pori ed è particolarmente indicata per le pelli sensibili. Purifica, illumina e affina la grana della pelle del viso e del collo in modo delicato. Contiene PETALI DI ROSA,CAOLINO E ACQUA DI ROSMARINO. La pelle risulta fresca, pulita e il colorito è schiarito.

MASQUE CRÈME FRAÎCHE DE BEAUTÉ
Rinfresca, idrata e distende le pelle del viso per 24h. Con LATTE VEGETALE e FIORI BIANCHI dona idratazione anche alle pelli più secche. Distende la pelle, dona sollievo immediato e riduce le sensazioni fastidiose delle pelle che tira.

Entrambe le maschere sono molto valide quella purificante è molto delicata e per chi ha la pelle sensibile non lascia il viso arrossato; il profumo è delicato. La maschera idratante la trovo ottima e sul viso è molto fresca e piacevole.

LA ROCHE-POSAY

EFFACLAR MASCHER SEBO-REGOLATRICE
Indicata per una pelle con imperfezioni ed è stata testata su pelle a tendenza acneica.
Svolge tre azioni: PURIFICANTE (la pelle è intensamente pulita dalle  impurità), SEBO-REGOLATRICE (riduce eccesso di sebo e la pelle risulta meno lucida), ANTI-INQUINAMENTO (cattura e rimuove le particelle inquinanti).

HYDRAPHASE INTENSE MASQUE
È un bagno idratante ad elevata concentrazione di acqua termale di la Roche-Posay associata con acido ialuronico frammentato per una tripla azione: REIDRATA intensamente, RINFORZA la barriera cutanea per trattenere a lungo l’acqua nella pelle, LENISCE e rende morbida la pelle.

La maschera EFFACLAR sebo-regolatrice è molto forte e adatta a chi ha una pelle davvero problematica. Quella idratante ha invece una texture molto leggera, fresca e idrata molto in profondità. Emtrambe sono molto valide.

CLINIQUE
CITY BLOCK PURIFYING CHARCOAL MASK & SCRUB
Maschera a doppia azione: purifica la pelle e minimizza l’aspetto dei pori per una piacevole pulizia profonda. Il CARBONE NATURALE DEL LEGNO DI BAMBÙ e l’ARGILLA BIANCA aiutano a rimuovere l’inquinamento e le impurità, mentre la POLVERE DI SILICE NATURALE aiuta a perfezionare delicatamente la grana della pelle.

Purtroppo personalmente non ho buon rapporto con questo marchio perché trovo i prodotti troppo aggressivi e non adatti alla mia pelle. Questa maschera mi era stata regalata e con la curiosità che mi contraddistingue l'ho provata; l'ho trovata valida ma mi ha lasciato pelle molto secca; la sconsiglio a chi ha la pelle sensibile.

CAUDALIE

MASQUE PURIFIANT
È ideale per pelli miste e grasse con imperfezioni.Dosata con principi attivi, assorbenti e regolatori. Schiarisce, riequilibra e purifica in profondità  l’epidermide. Lascia la pelle morbida, pura e opacizzata.

MASQUE ISTANT DETOX
Ridona vita alle pelli cittadine stressate.Ha una formula gel-crema, naturale al 99%, consente di eliminare tossine e impurità accumulate. La grana della pelle risulta affinata, i pori ristretti e l’incarnato riposato.

MASQUE PEELING GLYCOLIQUE
È destinata agli incarnati spenti. Il trattamento tocco di luminosità esegue il lavoro di un gommage e di un peeling per donare una pelle nuova

MASQUE-CRÈME HYDRATANT
Reidrata intensamente e lenisce le pelli secche. In pochi minuti, la pelle è morbida, elastica e intensamente rassodata. Insomma un vero e proprio bagno d’idratazione.

Sono molto affezionata a questo marchio e trovo tutte queste maschere molto valide; le ho provate nel formato travel size e mi hanno subito conquistata in più hanno un giusto rapporto qualità prezzo.

LIERAC



MASQUE PURETÉ
Questa maschera contiene ARGILLA VERDE, CAOLINO, ESTRATTO DI LIME e ANICE STELLATO per purificare la pelle. È una mousse leggera che unisce la freschezza delle noti verdi con un bouquet di gelsomino. Opacizza  la pelle e restringe i pori.

GOMMAGE DOUCEUR
Indicata per un’esfoliazione delicata. ARGILLA BIANCA e ESTRATTO DI MALVA fanno di questo gommage leggero, ricco di sfere di jojoba ed estratto di fiore di lino, una delizia per tutti i tipi di pelle, anche la più sensibile.

MASQUE CONFORT
Maschera idratante a base di ARGILLA ROSA, ESTRATTO DI ROSA,DI BURRO DI KARITÉ e OLIO DI ALBICOCCA. Apporta confort istantaneo a tutti i tipi di pelle, idrata e nutre in profondità.

MASQUE ÉCLAT
È un gel-crema che associa l’ ARGILLA GIALLA ad agenti tensori, ESTRATTI  DI PAPAVERO e DI ARANCIA ROSSA per un effetto anti-fatica. La pelle risulta liftata e i segni di fatica attenuati.

Queste maschere hanno un costo maggiore delle precedenti ma giustificato dall'ottima qualità.


GLAMGLOW

SUPERMUD – MASCHERA TRATTAMENTO PURIFICANTE
È il  trattamento purificante scientificamente più avanzato per prevenire e risolvere i problemi di pelle. Aiuta a combattere le imperfezioni cutanee più diffuse in tempi molto brevi, per risultati immediati.

THIRSTYMUD – MASCHERA IDRATANTE  INTENSIVA
Thirstymud si avvale delle tecnologie più avanzate di idratazione intensiva e apporta un'idratazione istantanea per risultati sul corto, medio e lungo termine. Studiata e sviluppata per uomini e donne di ogni età, per tutti i tipi di pelle o dopo la rasatura, Thirstymud aiuta la pelle a rigenerarsi e a ritrovare la luminosità naturale.

Le maschere Glamglow sono molto valide ma obiettivamente troppo care se prese singolarmente 50ml 53€ e la travel size 15ml 21€. Ottima idea il pacchetto #multimasking da 39.90€ 5 maschere più il detergente.

Federica


PH Immagini web
DISCLAIMER: Questo non è un post sponsorizzato. Tutte le opinioni sono frutto della mia onestà intellettuale e della mia soggettiva esperienza, tutti gli oggetti scelti per questo articolo sono stati selezionati da me.

New York Apple Pie

Posted on marzo 13, 2017

New York è una di quelle città che indubbiamente ti rimangono nel cuore. Io ho cominciato ad amarla ancor prima di visitarla tre anni e mezzo fa.

Ho iniziato a conoscerla attraverso i film: Il Padrino di Francis Ford Coppola, Taxi driver di Martin Scorsese, Manhattan di Woody Allen; Ghostbuster e Mamma ho riperso l'aereo ma anche C'è posta per te con Tom Hanks e Meg Ryan, Autumn in New York (questo film mi ha convinta a visitare la Grande Mela a ottobre) e ancora Il Diavolo veste Prada, Colazione da Tiffany e non ultimo Sex and the City, la bibbia.

E ho proseguito la nostra conoscenza attraverso il cibo. Negli Stati Uniti, quando si vuole sottolineare che qualcosa è americano si dice che è "americano come l'apple pie"; e in effetti questa torta di mele è il simbolo indiscusso dell'America e di New York tanto quanto la cheesecake, ma questa è un'altra storia. Assaporare l'apple pie è come viaggiare e ritrovarsi immersi in un quadro di Edward Hopper, sentire nitidi i rumori della città e da quel momento non puoi più farne a meno.


Ingredienti per uno stampo da 21 cm

Per la pasta

125g di burro freddo
250g di farina 00
25g di zucchero semolato
1 bicchiere da caffè di acqua fredda
1 uovo
1 pizzico di sale

Per il ripieno

2 mele renette o granny smith
50g zucchero di canna
2 cucchiai di sciroppo d'acero (facoltativo)
1 cucchiaio di cannella in polvere
1 baccello di vaniglia
3 cucchiai di maizena o farina 00
2 cucchiai di succo di limone
una noce di burro

1 tuorlo + un cucchiaio d'acqua per la doratura

Preparare la pasta lavorando tutti gli ingredienti secchi preferibilmente con un robot da cucina per non scaldare troppo il burro con le mani. Aggiungere l'uovo e l'acqua fino ad ottenere un composto omogeneo. Dividere la pasta in due palle della stessa dimensione, avvolgerle nella pellicola trasparente e lasciarle riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

Preparare il ripieno per l'apple pie tagliando le mele a pezzetti e aggiungendo la cannella, i semi del baccello di vaniglia, lo zucchero di canna e lo sciroppo d'acero (se non avete lo sciroppo d'acero raddoppiate la dose di zucchero). In un pentolino far sciogliere la noce di burro, aggiungere le mele e farle dorare, a questo punto aggiungere la maizena e il succo di limone e far cuocere per qualche minuto. Togliere da fuoco e far raffreddare.

Foderare una teglia tonda con una parte della pasta e della carta forno, bucherellare il fondo. Versare nel guscio di pasta il composto di mele e coprire con l'altra parte di pasta, chiudere i bordi premendoli con le dita (se necessario aiutarsi ad "incollare i bordi" con il tuorlo sbattuto). Spennellare la superficie con il tuorlo sbattuto e l'acqua, praticare un'incisione di circa 2 cm nel centro per permettere alla torta di respirare.

Infornare e cuocere per 45 minuti circa. Far raffreddare la torta completamente prima di toglierla dallo stampo. Servire tiepida con una pallina di gelato alla vaniglia.

PH Love.Life.Lunch. 2017 tutti i diritti riservati

Milano Fashion Week: dietro le quinte con Bioderma

Posted on marzo 09, 2017

Se mi seguite su Instagram (mi seguite su Instagram vero?) avete visto che qualche settimana fa sono stata invitata da Bioderma a partecipare al dietro le quinte e alla sfilata di Cristiano Burani A/I 2017-2018 in occasione della Milano Fashion Week.

Lo stupore iniziale nell'aver ricevuto proprio io questo tipo invito ha subito lasciato il posto alla fession blogger che è in me (sì, avete letto bene, ho scritto proprio fession). La curiosità di vedere truccatori, parrucchieri e stylist al lavoro dietro le quinte era troppo forte e in più l'invito veniva da Bioderma, brand utilizzato dal make up artist Jabe sulle modelle, che io amo molto.


Un indissolubile connubio quello tra il mondo della moda e Sensibio H20, l’acqua micellare Bioderma di cui vi ho già parlato in un post precedente, che negli anni è riuscita a conquistare le modelle e i make up artist di tutto il mondo. Dal suo lancio ad oggi Sensibio H2O ha calcato le passerelle delle principali città e anche quest’anno è stata presente alla Milano Fashion Week attraverso la campagna di engagement #fashionlovesbioderma. 

E' stata un'emozione poter assistere in prima fila alla sfilata e vedere in movimento gli abiti che ho potuto ammirare e toccare poco prima nel backstage. Dietro le quinte, come potrete immaginare, regna il caos; ma un caos ordinato. I tempi sono sempre serratissimi e devo ammettere che in certi momenti mi sono sentita d'intralcio. Ogni modella dopo essere stata truccata e pettinata viene vestita e svestita da schiere di ragazze in tempi record . Sì perchè una sfilata dura al massimo 15 minuti ma il lavoro che sta dietro a questa grande macchina ben oleata è di 6 mesi e nulla può andare storto perchè... non c'è una seconda occasione per fare una prima buona impressione! Soprattutto durante una sfilata.
Lo stilista Cristiano Burani dietro le quinte per foto e interviste
New Folk Remix, il tema della collezione A/I 2017-2018 che Cristiano Burani ha messo in segna nella suggestiva cornice della Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale.

Suggestioni etniche di mescolano con tecnologia e innovazione. L'intera collezione è un elogio dei contrasti: passato e presente, tradizione e sperimentazione, lusso e casual, creano un'immagine dall'appeal urbano e contemporaneo. I riferimenti sportivi sono accostati a materiali più preziosi definendo una rinnovata eleganza e una femminilità più consapevole.


Capo spalla e maglieria sono i protagonisti assoluti e declinati in total look di alpaca dall'effetto tridimensionale. Gessati maschili, pizzi, denim, taffetas, velluti a macro coste e sete stampate. E ancora jaquard, plissè, laminati a mano con effetto cracklè per outfit dal sapore metropolitano e dalle forme architettoniche.

La pelle in nuance naturali del cipria, nero e coccio, ridisegna accessori con frange e patch sporty-folk e outfit quotidiani dai dettagli grintosi. Le scarpe con maxi platform sono chiuse con ganci trekking e lacci multicolor per contaminazioni in bilico fra streetwear e grunge.

I colori sono quelli tenui del cipria e del blush, ma anche nero cammello lilla e rosso scuro. Non mancano accesi lampi di fuxia e giallo e ancora bronzo, silver e canna di fucile per le superfici laminate; una collezione che strizza l'occhio agli anni a cavallo tra la fine dei '70 e l'inizio degli anni '80.

PH Love.Life.Lunch. 2017 + press office tutti i diritti riservati

DISCLAIMER: Questo non è un post sponsorizzato. 

Torrette di melanzane alla parmigiana

Posted on marzo 06, 2017

Nonostante io abbia quasi 34 anni c'è ancora chi mi chiama Piccoladani o Danielina forse perchè sono minutina di costituzione o forse perchè sono uguale a quando avevo 16 anni (a prima vista potrebbe sembrare una cosa positiva ma vi assicuro che non lo è affatto); però devo dire che la cosa non mi disturba più di tanto anche se essere presa sul serio, in certi casi, risulta più difficile mi riporta alla mente un periodo, quello del liceo, di cui ho dei meravigliosi ricordi.

Spesso anche la mia cucina rispecchia questo mio essere "mignon", "petitte" e cucinare piccoli assaggi e finger food mi da molta soddisfazione. Ma piccole porzioni non vuol dire necessariamente poco gusto; guardate e assaporate la ricetta di oggi prima con gli occhi e poi con il palato...in un solo boccone; delle torrette di melanzane alla parmigiana perfette per un'aperitivo o un antipasto sfizioso e poco impegnativo.


Ingredienti per 3 torrette di melanzane

1 melanzana 
1 mozzarella
200g di prosciutto cotto
50g di passata di pomodoro
sale
pepe
olio EVO
basilico a volontà

Lavare e tagliare la melanzana a rondelle possibilmente della stessa dimensione e grigliare su una padella antiaderente molto calda. Tagliare la mozzarella a fettine e il prosciutto cotto a listarelle sottili, condire la polpa di pomodoro con sale e pepe.

A questo punto assemblare la torretta di melanzane su una leccarda rivestita con carta forno. Alternare ad una fetta di melanzana un cucchiaino da caffè di passata di pomodoro, del basilico, una fetta di mozzarella e una listarella di prosciutto cotto. Concludere con una fetta di melanzana e pomodoro. Io vi consiglio di non utilizzare più di 3/4 fette di melanzana per torretta.

Condire con dell'olio extra vergine di oliva e informare per 15 minuti a 180° o finchè non vedrete la mozzarella filare dai bordi della melanzana.

Servire tiepide decorate con del basilico fresco.

PH Love.Life.Lunch. 2017 tutti i diritti riservati



Perchè Occidentali's Karma è una canzone geniale

Posted on marzo 01, 2017

Che è cantata da Francesco Gabbani, che ha vinto il Festival di Sanremo 2017, che con tutta probabilità sarà il tormentone dell'estate già lo sappiamo. Sappiamo anche che ha diviso la critica e l'opinione pubblica fin dal primo ascolto, figuriamoci quando è stata decretata vincitrice. Sappiamo che è già disco d'oro, che è in classifica in 25 paesi in Europa e che il video ha superato le 30 milioni di visualizzazioni. Conosciamo i suoi autori e siamo tutte segretamente innamorate della scimmia, ammettiamolo!


E allora, cosa non sappiamo ancora di Occidentali's Karma? Che è una canzone semplicemente geniale e nella sua disarmante banalità racconta verità tangibili cavalcando l'onda dell'ironia, del divertimento e dell'immediatezza che solo un brano pop (e mai accezione fu più vera) senza apparenti pretese riesce a trasmettere ad adulti e bambini.

Io ho amato Occidentali's Karma dal primo ascolto, tant'è che il giorno dopo l'esibizione di Gabbani sul palco dell'Ariston l'avevo già scaricata da iTunes e, ovviamente, ho sempre fatto il tifo per lui. La prima cosa ha colpirmi fu il look con cui il cantante si presentò la seconda sera, un maglioncino arancione e poi lei, la scimmia ballerina. Non compresi subito il testo, a parte il ritornello, ma fui ipnotizzata dal ritmo e dal sorriso contagioso di Gabbani: su quel palco ci si stava divertendo!

E' forse questo il segreto di Occidentali's Karma? E' una canzone divertente, che mette allegria, che fa venire voglia di alzarsi dal divano e ballare come la scimmia. E allora, cosa c'è di male? Al festival della canzone italiana non può vincere una canzone leggera che ci fa star bene e che per 3 minuti e mezzo ci fa sorridere e dimenticare i problemi? Io credo proprio di sì; perchè la musica è cambiata, il pubblico è cambiato e la società non è più quella che cantava con Modugno Nel blu dipinto di blu (una canzone che io amo e che mi lega a dolcissimi ricordi d'infanzia con i miei nonni). E poi c'è il testo di Occidentali's Karma, da non sottovalutare.


Dopo un mese e svariati ascolti in cuffia mentre sui mezzi pubblici raggiungevo i miei impegni giornalieri ho prestato attenzione alle parole e ho scoperto che in fondo questa canzone vuole trasmettere un messaggio e non è neanche così scontato. Parla di noi, ossessionati da culture orientali nelle quali riponiamo fiduciosi lo stress quotidiano e tutte le "pippe mentali" (passatemi il termine) che alimentano la cultura occidentale, nella speranza che lo yoga fatto in palestra dopo pilates possa risolvere tutto. 

E allora eccoci qui, tutti soci onorari al gruppo dei selfisti anonimi [...] nelle nostre gabbie 2x3, intellettuali nei caffè e internettologi [...] Tutti tuttologi col web - coca dei popoli, oppio dei poveri (per citare Marx); sempre in cerca di umanità virtuale [...] comunque vada Panta Rei e così via ripercorrendo tutto il testo, fino ad arrivare al ritornello e alla scimmia che nuda, balla (Scimmia nuda è anche il titolo del saggio dell’etologo Desmond Morris) e all'uomo che cade e si rialza, sempre.

Saranno solo canzonette, come cantava Bennato, ma servono per aiutarci a mantenere in equilibrio le nostre strane, caotiche, sempre connesse e ingarbugliate mille vite. Io vi consiglio, per una volta, di non ballare insieme alla scimmia ma di fermarvi a leggere il testo di questa canzonetta e a riflettere per poi lasciarvi di nuovo trasportare dal ritmo.

Namastè Alè!

Riso alla cantonese home made

Posted on febbraio 27, 2017

Ogni tanto mi piace sperimentare piatti dal sapore orientale anche a casa, purtroppo però non ho sempre a disposizione tutti gli ingredienti necessari; soprattutto spezie ed odori faccio fatica a trovarli nei supermercati della provincia in cui vivo ma non mi perdo d'animo e mi invento varianti, più o meno riuscite, dei più celebri piatti della tradizione cinese, indiana e thailanadese.

Per il pranzo di oggi sono voluta andare sul sicuro ricreando un piatto molto amato e molto conosciuto i cui ingredienti sono facilmente reperibili in qualsiasi supermercato: il riso alla cantonese.


Ingredienti per 2 persone

120g di riso basmati
100g di piselli (vanno bene anche surgelati)
1 uovo grande
50g di prosciutto cotto
olio di sesamo q.b.
salsa di soia q.b.
sale

Lavare il riso basmati sotto l'acqua corrente e cuocerlo in una pentola con l'acqua che dovrà essere una volta e mezza il peso del riso. Una volta che l'acqua avrà raggiunto il bollore cuocere per 10 minuti, scolare e mettere da parte a raffreddare. Io vi consiglio di non salare l'acqua perchè ci penserà la salsa di soia a dare sapidità al piatto. Se decidete invece di non utilizzare la salsa di soia ricordatevi di salare leggermente l'acqua di cottura.

Nel frattempo cuocere i piselli in acqua salata per qualche minuto, io per comodità uso i pisellini surgelati. Cuocere l'uovo strapazzato in una pentola wok con un cucchiaio di olio di sesamo, salare e pepare a piacere; tagliare il prosciutto cotto a listarelle.

Aggiungere all'uovo i piselli, il prosciutto, il riso basmati e un cucchiaio di salsa di soia e far saltare qualche minuto; se necessario aggiungere un altro cucchiaio di olio di sesamo.

PH Love.Life.Lunch. 2017 tutti i diritti riservati